Lo storico gemellaggio del Santuario del Sacro Monte di Brienza con la Basilica di Santa Croce

#LOSAPEVICHE? Il Santuario del SS Crocifisso del Sacro Monte di Brienza è uno dei Santuari più antichi della Basilicata e di tutta Italia. Fondato nel 1238, esso custodisce la Miracolosa Effigie del SS Crocifisso ed è meta di pellegrinaggio ogni anno dalla prima domenica di maggio alla terza domenica di settembre. La storia plurisecolare del Santuario si è intrecciata spesso nel corso degli anni con eventi miracolosi e apparizioni, motivo che ha spinto a migliaia di pellegrini a dirigersi in cammino per il SS Crocifisso per chiedere una grazia o la guarigione dai mali. Basti pensare che nel corso dell'800 i pellegrini e devoti miracolati che affollavano il Santuario erano talmente tanti che il 14 luglio del 1814 l’ultimo Vescovo di Marsico e Grumento dichiarò “il monte dove trovasi eretta tal cappella, Monte Sacrato” e, successivamente il Sommo Pontefice Pio VII aggregò il Santuario alla Basilica di Santa Croce di Gerusalemme in Roma. Questo significò per il Santuario e per i fedeli uno straordinario arricchimento: la possibilità di poter lucrare delle stesse indulgenze che si ottengono visitando i luoghi Sacri della Terra Santa, così come il Santo Sepolcro. In parole più semplici il Sacro Monte di Brienza diventò il nuovo Golgota della Lucania e di tutta Italia, un luogo talmente Santo che custodisce ancora oggi la Reliquia della Santa Croce. Da allora fin oggi è ancora possibile lucrare delle stesse indulgenze, specialmente per chi decide di recarsi in pellegrinaggio. #riscopri il Santuario e vivi il cammino del SS Crocifisso. Seguiteci per tutte le novità e degli spostamenti dei festeggiamenti dovuti dalla pandemia in corso.


183 visualizzazioni0 commenti